lunedì 15 luglio 2013

"Medicare Onlus", l'associazione che sostiene il malato oncologico


A Catania il caldo si fa sentire. Siamo nel bel mezzo di luglio, agosto è alle porte, e nonostante un percepibile clima vacanziero, l'associazionismo, da decenni pilastro fondante della nostra nazione, non si concede pause o tregue nella propria specifica missione. 

Stavolta, "a parlare", sono i disagi che vive uno dei tantissimi pazienti oncologici che popola la nostra città. Uno dei tanti che convive con una patologia e con un corredo di problematiche (logistiche, di supporto, psicologiche e morali) non indifferenti nell'analisi complessiva del quadro clinico. 


"Medicare Onlus", associazione nata nell'ottobre del 2011, si pone l'obiettivo primario di dare supporto morale, materiale e psicologico al malato oncologico e alla sua famiglia, oltre specifiche campagne di assistenza, prevenzione e informazione in ambito oncologico. 


"Medicare Onlus" è una associazione senza fini di lucro fondata a Catania nell'ottobre 2011 - afferma il dott. Pietro Giuffrida, presidente dell'associazione - da otto giovani professionisti che direttamente - vicende familiari - o indirettamente - esercitando la propria professione - si sono trovati coinvolti in "storie di cancro": Pietro Giuffrida (medico farmacologo e tossicologo), Francesco Cazzaniga (imprenditore), Sonia La Spina (psico-oncologo), Fabio Spampinato (dottore commercialista), Helga Lipari (oncologo), Giuseppe Banna (oncologo), Giuseppe Petino (avvocato), Francesco Siciliano (dottore commercialista): un gruppo di giovani con diverse competenze e professionalità, ma tutti accomunati dall'aver sposato la nobile causa di fornire sostegno a persone malate di tumore".






Numerosi i progetti portati avanti dall'associazione, realizzati con brillante successo o in corso d'opera, al fine di sensibilizzare la gente al tema dei tumori o assistere nello specifico il paziente oncologico. 

"Medicare ha già realizzato attività rivolte alla diffusione della cultura della prevenzione in ambito oncologico, come la nota guida distribuita gratuitamente nel 2012 grazie alla collaborazione con il quotidiano La Sicilia - dichiarano Pietro Giuffrida e Giuseppe Banna, medico oncologo e membro del direttivo - , ed è prossima alla presentazione di una mostra itinerante sullo stesso tema che si svolgerà gratuitamente presso centri commerciali, nelle scuole o in enti pubblici e privati che ne facciano richiesta. E vorremmo ricordare l'evento Medicare in Cucina, non solo una cena di beneficenza per sostenere le attività della nostra associazione, ma anche un evento per socializzare e soprattutto in linea con la nostra mission, cioè con l'obiettivo di lanciare un messaggio di educazione alla salute e prevenzione. Nell'ambito del supporto, il progetto del make-up gratuito alle donne in trattamento chemioterapico, che nel 2013 ha interessato ben 5 provincie siciliane con 9 tappe, ha avuto l'obiettivo di sostenere le donne e la loro femminilità durante questa dura prova. Il neonato servizio di trasporto gratuito dei pazienti in corso di radioterapia presso l'Ospedale Cannizzaro, ha invece l'obiettivo di sostenere chi è impossibilitato ad effettuare cure continuative, per non rinunciare a tali trattamenti a causa delle proprie difficoltà logistiche. L'obiettivo è naturalmente di estendere i confini di questo servizio".

Proprio il servizio di trasporto gratuito su navetta (Medicare Bus), già in attività, ha fatto confluire molte delle energie da parte di tutti gli associati per rendere un servizio innovativo e di particolare utilità a tutti i pazienti che presentino difficoltà a raggiungere i luoghi dove ricevere le cure 

"MedicareBus - ci rivela il dott. Giuffrida -  è una navetta ideata per chi non può accedere da solo al luogo di cura.
Trattasi di un servizio totalmente gratuito, realizzato esclusivamente con le risorse della nostra Associazione. La navetta, con a bordo un nostro volontario, provvede all'accompagnamento del malato dal suo domicilio al luogo di cura e viceversa, mattina e pomeriggio, dal lunedì al venerdì, e potrà essere prenotata anche telefonicamente. Servirà le persone con difficoltà o impossibilità a spostarsi autonomamente. Nella sua fase pilota, il servizio sarà attivo soltanto nella città di Catania e immediato hinterland e sarà inizialmente rivolto ai pazienti in cura presso la Radioterapia dell'ospedale Cannizzaro, che ha dato la massima disponibilità per favorire l'accesso al trattamento nei due turni giornalieri".

Obiettivi come se piovesse a dimostrazione di una grande energia e volontà nell'offrire il proprio contributo a migliorare la malattia del paziente oncologico. Buon lavoro Medicare Onlus! 

Nessun commento:

Posta un commento