lunedì 6 luglio 2015

In campo per Coralium. Trionfano sport e solidarietà

È stata conquistata dalla squadra Coralium la quarta edizione del torneo non agonistico di calcio a 5 "Tutti in campo per Coralium", l'evento benefico organizzato dalla giornalista Sarah Donzuso a favore della Onlus Coralium che si occupa di ragazzi con disabilità, anche gravi. 

Un appuntamento che si rinnova ormai da 4 anni e che richiama appassionati e non intorno al rettangolo di calcio: tutti pronti a tifare per la solidarietà.

Quattro le squadre che si sono affrontate: politici, giornalisti, Ferrari club scuderia del Mediterraneo e, appunto, squadra Coralium. 
Nella prima sfida si sono incontrati Ferrari Club Scuderia del Mediterraneo e Coralium: a vincere questi ultimi. La seconda sfida ha visto fronteggiarsi politici e giornalisti - guidati dal mister Turi Di Stefano - con questi ultimi che sono riusciti a imporsi. La finale per il terzo posto è stata vinta dal Ferrari Club Scuderia del Mediterraneo mentre per la finalissima i giornalisti si sono dovuti arrendere alla squadra Coralium che ha vinto per 7 a 4.



Ma a vincere è stata soprattutto la solidarietà: in tanti hanno voluto sostenere l'associazione lasciando un contributo nel salvadanaio posto a bordo campo, una vera e propria opera d'arte creata da Giuseppe Montagnino e Claudia Villanisi e donato alla Coralium.

Grazie ai fondi raccolti si porteranno avanti diversi progetti di integrazione per i ragazzi con disabilità, "progetti che hanno lo scopo di far sentire sempre meno sole le famiglie e sempre meni invisibili questi giovani", come ha ricordato il presidente dell'associazione Francesco Reitano. 

"Ringrazio - dice la giornalista e organizzatrice Sarah Donzuso - tutti gli amici che hanno accettato il mio invito e che sono scesi in campo per Coralium. Ringrazio anche i tantissimi sponsor che ci hanno sostenuto e che hanno permesso, per il quarto anno consecutivo, di realizzare il mio e il nostro sogno: essere tutti vicini, senza differenze ma accomunati solo dalla voglia di spendersi per gli altri". 

Nessun commento:

Posta un commento