sabato 30 gennaio 2010

Frammenti di storia: La gambizzazione di Montanelli (1977) e le scene di avanspettacolo moderne...

L' Italia degli anni '70 era sicuramente il centro nevralgico della lotta ideologica e degli opposti estremismi (rossi e neri), i quali, stupidamente e violentemente, si dibattevano e si contendevano a suon di esplosivo e vittime illustri, il controllo del paese.
Tra i maggiori esposti a questa carneficina umana, non erano soltanto i politici se non alcuni significativi esponenti, ma intellettuali, imprenditori, giornalisti, uomini che attraverso il loro lavoro, di mente o di investimenti, costruivano l'Italia giorno dopo giorno.
Tra le vittime, non decedute, di questo scontro violento, tacitamente sostenuto da alcuni sindacalisti della Cgil e da alcuni politici del Pci per ciò che riguarda le Brigate Rosse, gruppo eversivo principale della sinistra extraparlamentare, e dai servizi segreti deviati per ciò che riguarda la destra eversiva neofascista, cadde in campo nemico Indro Montanelli.
All'allora giornalista del "Giornale Nuovo" (vecchia denominazione de "Il Giornale"), in data 2 giugno 1977 gli fu riservata dai brigatisti la sorte della "gambizzazione", ossia una pratica diffusa tra i terroristi rossi per cui alla vittima prescelta venivano inferti numerosi colpi di pistola propria alla gamba come rivela il nome stesso.
Montanelli, in quell'occasione, come vedremo nel video che proporrò non ebbe neanche il tempo di girarsi (era pratica diffusa che i terroristi chiedessero l'identità della vittima prima di infierire il colpo) che si accasciò al suolo dopo gli spari dei brigatisti.
La reazione del vecchio Indro, liberaldemocratico convinto in un paese che stava disgraziatamente per prendere una svolta a sinistra con il presunto (poi non avveratosi nelle politiche del '76) sorpasso del Pci ai danni della Dc, reagì in maniera esemplare al suo incidente.
Lo stesso non può dirsi adesso: gli incidenti che accadono ai politici (molto meno gravi di quelli in cui potevono incorrere talune figure italiane negli anni di piombo), Berlusconi e non solo, sono non solo propagandati come se fossero irrisolvibili per la persona che li subisce, ma si costruiscono intorno paradigmi fantascientifici smentiti dalla pratica.
Questi grandi uomini non esistono più, e di loro ci restano solo dei bei ricordi di un passato che fu e non tornerà mai più.
Video attentato Montanelli:  http://www.youtube.com/watch?v=6YE1srg60HM

Nessun commento:

Posta un commento